« COME SCEGLIERE VIDEOCAMERA DIGITALE | Principale | HOME CINEMA »

29 dicembre 2004

TELEVISORE

COME SCEGLIERE IL VOSTRO TELEVISORE ?

Ormai, il digitale e i suoi prodotti sono alla portata di tutti, ma è ancora facile perdersi negli oscuri meandri di questa tecnologia. Pixmania è qui per aiutarvi a fare una buona scelta. Per conoscere bene una macchina fotografica digitale, bisogna conoscere il formato, la dimensione dello schermo, la frequenza in Hertz, il tubo catodico e le funzioni, il suono e le connessioni/cavi.




1/ Il formato :

4/3 o 16/9ème ? Prima ancora di discutere sugli altri aspetti di un televisore, è utile qualche chiarimento.
Oggi, la maggior parte dei programmi televisivi sono in formato 4/3. Alcune emittenti diffondono film in formato 16/9ème. Quindi, se il vostro televisore è destinato principalmente ad un uso hertziano, vi consigliamo di acquistare un 4/3. Tuttavia, è bene sapere che, quando un’emittente hertziana diffonde un film in 16/9ème, vedrete apparire una banda nera in alto e in basso dell’immagine. Non riscontrerete questa particolarità in un televisore 16/9ème. In effetti, come lo indica il nome, questo formato è adattato ai film trasmessi o disponibili in questo formato. L’immagine occuperà l’intero schermo. Invece, l’immagine dei programmi televisivi diffusi nel formato 4/3 sarà allungata, e quindi appiattita, per riempire lo schermo : tuttavia, essa può essere corretta grazie a una regolazione. In questo caso, apparirà una barra nera a destra e a sinistra dell’immagine (l’immagine non ne risentirà). Sappiate, inoltre, che con la stessa diagonale, un televisore 16/9ème vi darà un’immagine più piccola di un televisore 4/3 per i programmi televisivi.
In conclusione, i patiti di cinema sceglieranno un televisore 16/9ème mentre gli appassionati TV (in Hertz) si orienteranno verso un 4/3.

2/ La dimensione dello schermo :

La dimensione, l’elemento alla lunga più importante nella scelta di un televisore, è la lunghezza della diagonale dello schermo ed è misurata in centimetri. Oggigiorno, la dimensione di un televisore va da 36 centimetri a poco meno di 100 centimetri. Si badi che maggiore è la dimensione dello schermo, maggiore sarà il peso del televisore. I televisori da 36 centimetri o meno sono televisori piccoli, adatti per cucine o piccoli ambienti. Occorre tenere in considerazione la dimensione della stanza nella quale sistemerete il televisore ; per ottenere la migliore visibilità è consigliato posizionarsi ad una distanza equivalente ad almeno quattro volte la diagonale dello schermo.

3/ La frequenza Hz(Hertz) :

La frequenza Hertz, che può essere di 50 o 100, rappresenta il numero di volte che un’immagine viene visualizzata al secondo. Questa caratteristica è legata allo sfarfallio dell’immagine, fattore che affatica l’occhio. Maggiore è tale frequenza, minore sarà lo sfarfallio.
Attualmente, la maggior parte dei televisori funziona con una tecnologia a 50 Hertz, che garantisce un correzione ed un confort ideale per gli occhi. Quanto alla tecnologia 100 Hertz, essa è principalmente disponibile in televisori di alta gamma. Quest’ultima apporta un confort supplementare non trascurabile, ma il prezzo resta ancora elevato.

4/ Il tubo e le funzioni:

• Il tubo :
Elemento tecnico del televisore, il tubo permette di far arrivare l’immagine sullo schermo. I due aspetti più importanti nella scelta di un televisore sono: la nerosità del tubo che è un elemento essenziale, infatti più il tubo è scuro più il contrasto sarà importante. Le marche riportano questo concetto sotto « Black » o « Dark ». Inoltre, la nozione di Piatto, Superpiatto e Extrapiatto determina la capacità di eliminare i riflessi e l’effetto sgradevole di un immagine arrotondata.

• Le funzioni PAL/SECAM/NTSC :
In Europa, il tipo di video standard é il PAL. L’Italia, dopo essere rimasta per molto tempo al SECAM (standard francese), a seguito l’esempio. Esiste un terzo tipo al di fuori dell’Europa, soprattutto in Asia o negli USA; il NTSC. Se la vostra tele non è PAL/SECAM, l’immagine di un NTSC sarà in bianco/nero. Noi, consigliamo di trovare un televisore con i tre formati .

Infine, la maggior parte dei televisori presenti sul mercato hanno un tuner automatico. Il tuner è quel elemento che permette di regolare i canali sulla TV. La versione automatica è molto più semplice e comoda e permette l’ autoregolazione dei canali.

5/ Il suono :

Lo standard sonoro dei televisori moderni è Stereo anche se talvolta ci sono ancora dei mono (modelli più semplici)
Esistono altre funzioni sonore:

• La Stereo NICAM :
Sempre più modelli offrono quest’opzione utilizzata sui canali Hertziani e via cavo. La qualità sonora è simile a quella di un CD.

• La 3D Virtuale :
Nuova funzione, soprattutto per le TV alto di gamma che permette di ottenere degli effetti cinema senza dover acquistare un Home Cinema. Tecnologia ideale per i patiti di cinema.

6/ Connessioni/cavi :

La connessione standard di una TV è la presa peritale. A seconda della gamma e del modello è possibile avere 3 prese peritali. E’ situata dietro la TV sulla maggior parte dei modelli e se dovete attaccare diversi apparecchi allo stesso tempo, consigliamo di verificarne il numero prima dell’acquisto. Esistono comunque delle prese multiple.
La TV è anche dotata di una presa RVB, situata sulla facciata o sul lato della tele, che permette la connessione di videocamere.
Infine, la presa par le cuffie che come l’entrata RVB è posizionata sul lato o sotto lo schermo.

Ora, dovreste essere in grado di utilizzare una TV!

dicembre 29, 2004 nella Guida all'acquisto | Permalink

Commenti

I commenti per questa nota sono chiusi.